Ente Bilaterale Turismo Sardegna

Categoria: In Evidenza

lunedì 19 dicembre 2016
I Giganti conquistano i turisti
themes/ebtsardegna.org/uploads/mkNews/attachments/45_icona1.png
ORISTANO.La proposta di Provincia e Stl per incrementare il traffico dei vacanzieri.
 

Tour operator e cronisti sui sentieri di archeologia e natura

TRA OGGI E DOMANI SBARCHERANNO IN SARDEGNA VENTI PROFESSIONISTI NAZIONALI DELL’ECONOMIA BASATA SUL TEMPO LIBERO. VISITERANNO DECINE DI PAESI DELL’INTERNO E DELLA COSTA

I Giganti di Monte Prama, il mare e le coste sono stati anche quest’anno le maggiori attrattive turistiche per l’Oristanese. Italiani e stranieri sono innamorati, oltre che del mare della cultura millenaria della Sardegna, anche dell’enogastronomia, delle zone interne, del turismo nautico ed equestre. Su queste specificità il Sistema turistico locale (Stl) “Eleonora d’Arborea” e la Provincia di Oristano puntano il loro obiettivo per promuovere il territorio.

IL TOUR. Tra oggi e venerdì sbarcheranno in Sardegna 20 tour operator, agenti di viaggio, giornalisti, anche stranieri, e blogger specializzati. Visiteranno decine di paesi dell’interno e della costa, in un tour educativo che toccherà anche il sito di Monte Prama. Raccoglieranno dati e informazioni sull’identità culturale della nostra provincia: lingua, mare, nautica e ippovie. Poi ci sarà un successivo incontro con gli imprenditori, gli operatori dell’accoglienza e dei servizi locali, che permetterà la creazione di pacchetti turistici per il 2017.

IL PROGETTO. Il progetto, finanziato dalla Regione, è stato illustrato ieri mattina dal presidente del Sistema turistico locale, Pino Porcedda, dal commissario straordinario della provincia Massimo Torrente e da Martino di Martino, coordinatore degli workshop.

STL. «Siano riusciti dopo tante difficoltà a far decollare questa iniziativa per promuovere il territorio - ha spiegato Pino Porcedda - puntando sulle principali attrattive. Partiamo dal mare, elemento importante, puntando anche ai siti archeologici, ai musei, alla cultura delle zone interne e per ultimo il cavallo, tipico del nostro territorio. Promuoviamo degli itinerari che si snodano lungo la provincia, da percorrere

non solo a cavallo ma anche in bicicletta». Il progetto segue le altre iniziative avviate con successo dal Sistema turistico locale, legate al benessere della persona e alla qualità della vita: «È diviso in fasi, si parte dalla sensibilizzazione degli operatori e dei giornalisti - spiega Martino di Martino - e si prosegue con la realizzazione di pacchetti turistici dinamici, che il turista o l’operatore possono costruire in funzione dei propri interessi, per chi ha deciso di trascorrere una vacanza nell’Oristanese».

I COMUNI. Saranno diversi i comuni toccati dal tour. Per la cultura sì visiterà Oristano, Abbasanta, Bosa, Cabras, Fordongianus, Genoni, Paulilatino, Samugheo e Santu Lussurgiu. L’itinerario marino toccherà Oristano, e la costa occidentale e del Sinis. Per il cavallo e l’equitazione verrà proposto il Cammino dei  Giganti, un itinerario nella provincia di Oristano con tappa finale a Cabras, per ammirare le famose statue.

Elia Sanna

 
L'Unione Sarda
Allegati
Articolo completo (PDF - 209.68 KB)